Dove la terra diventa mare

io navigherò nella tua acqua.

Resterò aggrappata alle tue labbra

e respirerò i sospiri.

M’ immergerò nei tuoi abissi

e lenirò i graffi.

Diverrò luce che squarcia il nero.

Sarò fuoco che avvampa il buio.

Di pensiero riempirò i silenzi.

Di sorrisi schiarirò le ombre.

Della tua pelle sarò profumo.

Del mio esistere sarai radice.

Poi ti prenderò la mano

e della leggerezza del vento

saremo essenza.