Vedo da ogni parte relitti

E scogli come denti rotti

Le sirene abbondano, qui

Nuotano serene tra i rifiuti di un disastro

Cantano ogni sorta di verso

Sarebbe facile fermarsi

Gettare l’ancora e ogni forma di coscienza

Vederle scendere piano

Verso il fondale invisibile

Sarebbe semplice fermarsi

E per questo continuo a remare.

A volte credo

Di sentire ancora

I loro canti

A volte credo

Di cercare soltanto

Il silenzio dell’alto mare

Quel tipo di silenzio

Che avverte i naufraghi

Che non c’è più speranza.