Fresco settembrino

Quella chiamata civica

è ricordo ed è speranza

nutrita da un caldo sapere terreno

e libri addormentati, incastonati come diademi

di smeraldo o sienite.

Si avvicinò a me, lieto dentro,

madido di sudore,

domandò della sua curiosità,

tramite bisbiglio bruciante.

Un caldo riposa… passo da confine accompagnato.

il castagno che lentamente fa cadere i propri figli,

ne riserva uno per noi,

ed oggi ci consuma il passato.

Eterna ricerca d’amore in qualche maison Do.

Marco Montoncello