Gertrud Obermajer

IL CORATTO MAGIGLIOSO

Sei forse tu, coratto magiglioso,

che zampilli nella notte,

o sei solo un vlasco virzo

che papilla i miei pensieri?

Non temere di spigliare

le tue vezze al mondo intero;

non c’è tempo per scrugliare

i vasilli diamantini,

ma il coratto magiglioso,

che s’imbilla e si scorazza,

non tien conto della sbroglia

ma s’infoglia nella spazza.

Gianfilippo Caraglia