UN MINUTO INESISTENTE

A bocca aperta nell’ombroso dove*, dove stelle collassano urlando radiazioni

sotto l’ombroso pergolato, nell’ombrosa tazza del caffè, nell’ombrosa conversazione, nell’ombrosa e impossibile fuga dentro la torbiera

dove costellazioni si tuffano nel buio o tergiversano con la sottile coda lungo il bordo

dove si perdono le tracce dei pensieri e la carne sbianca finito il sanguinare

dove si può, correndo, essere la caduta o sdraiati essere l’inciampo

Non procede il tempo e non se ne va altrove,

a bocca aperta attende

nell’ombroso dove.

(Anna Bergna)

* citazione da Pontiggia “ Nell’ombroso dove”