Peony Yip

ERO UN CANE

Ero un cane in fin di vita

ero un cane in un cortile in fin di vita

ma poi venivano le rondini i guardiani

e il cane che ero non moriva

salvavo invece una legione di formiche

(è successo che io, cane che ero, dormivo

e col corpo pesante spiumato sollevato

in un punto proteggevo un nido sotto me

turrito, interrato per poco)

da allora il cane che sono non si muove

avanza al massimo qualche decimetro sulla

ghiaia. E mi han fatto salvatore, un moribondo

salvatore salvato. E ho terra tutt’attorno

e campi da guardare.

Luisa Pianzola