John Stein

BIANCO

Bianco trapasso

nello sporco oltre,

a chiazze linee quasi bionde

su sfondi quasi candidi,

piene perfette dune

dettagli trascurabili di altro,

l’anima d’ottone scompare vergine

dietro occhi semi – sempre

temperati di nicotina,

un raccolto sfregiato

azzannato da mani in confessione

serve di fughe senza applausi,

gole vinte strappate.

Tommaso Chimenti