Neve

Giro su me stesso e i cardini del cielo

nel mio sguardo si fanno più lenti, lenti

nel loro giro invernale con un sapore di nebbie;

ma giù cade la neve a coprire lingue mortali

calde come di fuoco.

Questo silenzio è figlio del cielo, uniforme

coltre bianca, sudario alle nostre fatiche.

Questo silenzio ci è padre e ci è madre

paziente e severo, fratelli.