Desiderio di mezza estate

L’attesa, quell’infinita processione di secondi

che ha snaturato i miei passi

l’attesa che fortifica

quando il tempo s’accorcia

in quest’ombra breve del giorno

tamburo

nel mio petto si fa tuono.

E’ un giorno di festa

luminoso

trasparente

uno sciame di parole accavallate

il caldo intorpidisce i pensieri

immagine rinvenuta

i passi si ridensificano.

Quasi anonimo varchi la soglia del sacro

profani chi ancora crede

che due, siano una .

Quando domattina rinascerà il respiro

sosterà in te

inaspettato.