Alexandra Kirievskaya

È SALITA SUI PRATI

È salita sui prati, ti diranno

che è morta, non dispera.

A volte se ne va per la sassaia

di versi accartocciati, lungo un greto

bianchissimo, che acceca.

Osserva rotolare dentro l’acqua

mille tracce, di quanto non annota

e scorda. Quando si incagliano in un’ansa

prende uno stecco e le sospinge un poco.

Tuffa a caso le mani.

Fa conca con i palmi, chiude gli occhi, beve.

Cristina Alziati