Quasi che di tutta questa mala gente, la presenza

ti contaminasse,

e per una volta non mi curo della “loro“ storia,

e per quanto certo allora adesso o ieri come ora

sia convinto che non faccia bene

restarci, resto

e tu nel mezzo, e infiltrazioni di umana scoria

ed io che non ne vengo fuori,

ed in tutto questo luridume che ti brama, montare il sentimento,

inevitabilmente, sento, con la prima grande delusione, violato.

E so che sarei tornato

a pensare tutto questo,

come quelle notti in cui felice e senza piani

trovandoci a guardar la luna con gran calore in petto,

sia facile immaginare che ci parli.

Amo del temporale quella sensazione

che da un momento all’altro il cielo mi divori.