nell’attesa

è’ l’inerzia di un sogno

svapora nell’attesa

atomi d’infinito

nel silenzio del presente

indifferenti passi

scivolano nella sera

scendono nelle pieghe della memoria

planano sottili sui pensieri

una strada di parole

una striscia d’asfalto incisa con timbri di fuoco

un gioco di specchi riflette visi spezzati

il vento di scirocco

investe la casa gialla opalina

sulla collina

con le vetrate chiuse

e un cane che abbaia

alla sua solitudine