Abitano gli atomi delle tue carezze,
nel grande pianeta extrasolare,
che conserva immoto,
la luce del nostro incontro,
e il quark come uno scrigno,
ne raccoglie il codice.