lasciato alla deriva delle onde del tempo
mi dimeno tra i flutti
in cerca di terra dove possa approdare.
Tutto intorno è un inverno di gelo
e non m’è dato sapere
dove possa spiaggiare
e trovare del fuoco e un rifugio
dove possa svernare.
Ho lasciato alle spalle
speranze e ricordi,
mi guida soltanto
la luce d’un’alba più chiara
e stento a resistere a galla.
Eppure nei turbini della burrasca
all’orizzonte m’appare
un’isola bianca tra i nembi
ed io non m’arrendo ma lotto e già spero
di raggiungere un porto sicuro
che mi possa salvare.