Aldo Feroce

NON INGOMBRANO I MORTI

Non ingombrano i morti: son fatti d’aria
i loro spazi sono brevi
e i sussurri sono aliti di vento
tra foglia e foglia.

Scorrono silenziosi scivolando
tra lo stipite e i ferri del balcone.

Trovano poi riparo
dietro i rami del glicine
folto di foglie nuove e di corimbi.

Schivano il filo lieve della luna
per annidarsi rapidi
nel fondo oscuro delle cose perse,
i fantasmi che arrivano leggeri
per poi posarsi piano
tra la coscienza e il cuore.

Giusi Verbaro