Articolo di Vincenzo Sardelli pubblicato il 6.2.2012 nella Rubrica Libri del Giornale Metropolitano, Istituto Medico Quadronno, Milano


LIBRI. L’inno all’amore materno di Cristina Balzaretti

Una lezione di vita tramite la poesia, ma soprattutto tramite la grazia e la delicatezza nel definire le cose. Questo è Amo a te (LietoColle, Faloppio 2011, pp. 44, euro 13) , l’ultima raccolta di poesie di Cristina Balzaretti. Un’antologia di quei sentimenti e di quelle emozioni che rendono la vita degna di essere vissuta. Un florilegio che la poetessa brianzola dedica alla figlia dodicenne Sveva. Perché un adolescente ha bisogno più che mai della vicinanza di una figura adulta di riferimento, e soprattutto di valori e risposte di senso.

E forse la bellezza è quel valore che tutti viviamo un po’ come un succedaneo delle cose che contano veramente, come un surrogato, quando invece proprio lei, la bellezza, riempie la vita di colori e suoni e luce e profumi, e dà spessore all’esistenza.

“Niente è più necessario del superfluo”. Alla domanda “cos’è un poeta?”, Alda Merini rispondeva “il poeta è come un fiore”.

Da Alda a Cristina. Da Cristina a Sveva. Da figlia a figlia. Alda Merini è in qualche modo la madre artistica putativa di Cristina Balzaretti, che la conobbe quando aveva 18 anni, rimanendone folgorata.

La poesia di questa raccolta è un inno alla luce. La luce della vita, della libertà. La luce della curiosità, dell’amore per la cultura. La poetessa invita la figlia a sporgere dal muro della terra come sporge l’edera. I versi di Amo a te sono una sinestesia di emozioni, colori e suoni, odori e brezza leggera, astri ed acqua. Sono armonia di affetti delicati e gesti solenni. Come dolce, e a un tempo severa, è una madre che accompagna sottobraccio una figlia dentro il mondo e dentro la quotidiana fatica di crescere.

Venerdì 10 febbraio, alle ore 21, alla Biblioteca Civica Monsignor Enrico Galbiati diVerano Brianza (MB) in via Nazario Sauro, si tiene la presentazione del percorso pittorico di Mario Calvi e del volume Amo a te di Cristina Balzaretti.

Ne discutono Piero Marelli, Diana Battaggia e Maurizio A. Molinari. La mostra di Mario Calvi, inaugurata il 4 febbraio scorso, è visitabile fino al 18 febbraio 2012. L’evento è organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Verano Brianza, nell’ambito della rassegna Colore in versi.