A chiedersi che cos’è la poesia non sono più in molti. Anche fra gli addetti ai lavori, spesso, si ha l’impressione che si tratti di una questione scontata o, se non lo è, che l’analisi prenda vita dagli effetti di una causa imprecisa. Si dice: questa è poesia, questa non lo è. “Definire la poesia, cioè tracciarne i confini, è stata una delle più appassionanti e fallimentari imprese del pensiero estetico. Da anni ormai, direi da decenni, l’impresa è stata abbandonata. Qualche ragione deve esserci”. Questo, ci suggerisce Alfonso Berardinelli…. clicca qui per leggere il resto.