E’ dedicata alla satira e all’umorismo letterario la rassegna “Ci manda Petrarca, e” a Tuscania dal 14 al 16 agosto. Aprirà la manifestazione la lettura ispirata ai testi di Achille Campanile – sceneggiatore, drammaturgo, scrittore – con “Agosto in due battute”

Nello spazio teatrale della Torre di Lavello va in scena “Ridere è poetico”: umanità varia incarnata da personaggi stravaganti. Surrealismo e nonsense celebrano l’arte della parola.

A seguire viaggio nella letteratura umoristica: gli attori Sara Tamburello e Matteo Zandonà leggeranno brani dai racconti “Il povero Piero”, “Vite di uomini illustri, “Manuale di conversazione”, “Agosto moglie mia non ti conosco”, “Gli asparagi e l’immortalità dell’uomo”.

Con la musica dal vivo di Roberto Janata al pianoforte e Luca Nardon alle percussioni.

A Ferragosto Ennio Cavalli legge la sua “Bibbia in lattina”, già un classico dei testi umoristici. Cavalli fa rivivere con leggerezza il più grande best seller dell’umanità; dalla creazione all’Eden, da Mosè a Sansone il grande teatro biblico rivive con ironia.

In chiusura giovedì 16, lo spettacolo “Citarsi addosso” ispirato ai testi di Woody Allen, con gli attori Piergiorgio Piccoli, Aristide Genovese, Anna Zago, Daniele Berardi, Anna Farinello, Matteo Zandonà, Sara Tamburello.

L’umorismo newyorkese del celebre regista si sprigiona nella lettura di “La morte bussa” e “Citarsi addosso”.

Musica dal vivo con Roberto Janata al pianoforte e Luca Nardon alle percussioni

Leggi il programma