Peter Kemp


BARBABLÙ

Questa porta tu non dovevi aprirla:

l’hai fatto, entra dunque, ed osserva

quale misero inganno ti ha tradito.

Qui non tesori nascosti, o caldaie,

specchi di verità, teste di donne mozze

per le tue brame, o spasimi d’angoscia;

ma solo quel che vedi. Guarda ancora:

una camera vuota, disadorna,

tele di ragno. E io l’avevo chiusa

in me, perché nessuno la scoprisse;

mi hai profanato tanto quando sei

strisciato alla sua soglia questa notte

che non dovrò più guardarti in viso.

Adesso è tua. Io cerco un altro posto.

Edna St. Vincent Millay