“Tra i primi evidenti caratteri della poesia di Vanni Schiavoni, e naturalmente di questo suo nuovo libro, si nota la non comune ricchezza di pensiero e immagini che riesce a coinvolgere e la lucidità del progetto che lo guida e che già annuncia ulteriori sviluppi, o meglio il terzo tempo di una trilogia qui giunta al suo secondo atto. Appunto: difficile trovare un giovane poeta di così sostanziosa densità di scrittura, di così, al tempo stesso, varia e coerente energia nella realizzazione di una precisa struttura poematica, per quanto internamente articolata.”…di Maurizio Cucchi

Breve nota a margine
La pubblicazione della raccolta Salentitudine Lietocolle, 2006 segna l’inizio della “Trilogia delle radici” di Vanni Schiavoni, che realizza con Guscio di noce Lietocolle, 2012 il secondo capitolo.
Mentre nei versi della prima raccolta il centro dell’indagine poetica era dato dalla religione dell’appartenenza a luoghi familiari, qui gli imperativi dell’io sono assorbiti dallo spettro vario che l’ereditarietà porta con sé.
Più in là nel tempo L’atleta concluderà la trilogia e, con gli occhi di Lisippo, Vanni Sciavoni chiuderà il cerchio e le misurazioni del perimetro di un’esistenza e una parola inscindibilmente radicate a una geografia, una biologia, una cultura.

Pubblicato su Rainews24

il libro è reperibile in queste librerie online:Ibs bol deastore libreriauniversitaria

da: Guscio di noce, Lietocolle 2012

William Shakespeare, Hamlet II,2
.
L’incontro fu dei nostri vizi
il più temuto
tenuto come debolezza premuta
nel fondo delle tasche e solo
quando già sembrava inevitabile
la scelta cruciale della cornice tornava
il suo prurito fra le dita.
La sentenza ci sorprese dismessi
all’aperto
spaesati nell’eco a fondocampo
dove sembrava potesse bastare lo spazio
per le molte posture del repertorio
conservate bene tutto sommato
tra le reliquie della mente.

Attirarsi non ebbe altra speranza
che in quell’appuntamento per domani
nel posto stabilito dalla sorte
e in quell’ora esatta.

Vanni Schiavoni


Vanni Schiavoni ha pubblicato il romanzo Come gli elefanti in Indonesia (2001), e le raccolte poetiche Nocte – Nascita di un solstizio d’inverno (1996), Il balcone sospeso (1998), Di umido e di giorni (2004). Ha pubblicato con LietoColle nel 2006 la prima parte della sua Trilogia delle radici: Salentitudine.