E dai con questo scherzarci su,

fingere che sia lì per lì la mia fine

e mimarlo quell’attimo, cogliere

l’ansia dell’ultimo respiro,

spiare la chiusura degli occhi

(o resteranno aperti o uno sì e uno no

e qualcuno comunque dovrà farlo

di chiuderli per sempre) e la piccola gabbia

a te raccomando la gabbietta

per l’anima che mi vola attorno

la mia animella così felice d’essere libera.