Giuseppe Zanon

UNA CICATRICE D’ACQUA


Dopo, molto dopo

è la sua orma di sete

il segreto che lasciano le piogge

sugli occhi che

riflettono la sua caduta.

Ho guardato i morti

e bevuto la mia saliva cercando

pane nella mia bocca. E seppi

di un’altra orma,

quella che nasce al gettarsi

dalla propria caduta,

solco nella sete, nella sete di

non essere uno

o in smettere d’esserlo

al guardare cadere le piogge.


Hugo Mujica