dall’introduzione di Giorgio Linguaglossa

C’è un filo rosso che segna il limen tra gli autori nati prima del decennio degli anni Sessanta (e Almerighi nato nel 1959 è tra questi) e quelli nati dopo. La poesia degli autori nati dopo gli anni Cinquanta metterà in opera l’autobiologia (post-freudiana e post-lacaniana); nei migliori dei casi si tratta di una diarismologia, che non si abbandona alla macchina desiderante dell’inconscio ma che la interpreta, la addomestica, la funzionalizza, che non si arrischia a voler scoprire le ragioni, se ancora esistono, che giustificano un certo linguaggio poetico. Nella poesia di Almerighi la fabulazione è tenuta a debita distanza, considerata un parerga, una cornice, un fronzolo; presso la nuova generazione dei nati negli anni Sessanta è come se fosse caduto un tabù, la tensione fabulativa da cornice diventa la legislazione del discorso poetico…


A volte mi perdo in stazione

treni in ritardo consentono deflagranti letture

A volte mi perdo in stazione

negli occhi di un cane

illuminanti sullo stato

di salute e precarietà,

avessi trascorso tutta la vita

ad aggiustare parole

non mi sarei reso conto

della storia andata in replica,

del saluto nel bacio

della gratitudine al tempo reso

prima dell’arrivo

e alla prossima partenza.


Gli appuntamenti

agenda sfitta di

Incrocio il mio destino, saluta,

dividiamo il taxi come amici, stessa direzione

l’autista divaga di primavere e ritorni a venire

che solo lui ricorda,

la città ondeggia infagottata in vecchi libri

catalogati e svenduti con amore,

il pianto anche lui sale, probabili precipitazioni

che le donne prorogano profumando

di casa e famiglia di foglie incise sul collo.


Il modo più semplice per ordinare il libro di Flavio Almerighi è tramite bonifico:

– effettuare il bonifico all’IBAN IT 95 S 05216 10900 000000006324 (se eseguirai l’ordine diretto alla casa editrice indicando “Lietocolle di Michelangelo Camelliti” avrai diritto al 15% di sconto sul prezzo e le spese di spedizione gratis)

– effettuato il versamento inviare a manuela.camelliti@hotmail.it una mail con in allegato la ricevuta di pagamento

– ricordarsi di inserire nella causale l’ordine che si desidera effettuare