Facciate d’ombra

scambiano

le verdi congetture

di un globo

rotolante

instabile nei

solchi

in fondamenta

irretite

da orme in un recinto

di monotono fulcro

che s’accentra