Gertrud Obermajer-Come la notte

Il problema è che non si scrive

mai poesia, si viene scritti dalla poesia.

La poesia è una signora molto occupata,

poiché ci sono poeti dappertutto.

Bisogna aspettarla, non chiamarla.

Non è questione di pazienza o di volontà.

Si tratta di attendere che arrivi

con ciò che è chiamato ossessione.

In un libro di versi schizzato

dall’amore, dalla tristezza, dal mondo,

i miei figli hanno disegnato signore gialle,

elefanti che avanzano sopra ombrelli rossi,

uccelli trattenuti sul bordo di una pagina,

hanno invaso la morte,

il grande cammello azzurro riposa sulla parola cenere,

una guancia scivola sulla solitudine delle mie ossa,

il candore vince sul disordine della notte.

Juan Gelman