Penso allo Scrivere come una cura

una purificazione

un pretesto per guardarsi dentro

e ricordare a se’ stessi

che i fiumi scorrevano nelle valli

prima che noi nascessimo

Quante battute e righe

sono passate da quella prima volta

quante volte ho lottato contro quel brivido

quell’innato sentimento, desiderio profondo

di un volo ultimo

Il sole che ci auguriamo risplenda

nel nostro animo

un giorno

non sara’ altro che un’immagine riflessa

Mi rileggo ogni tanto

e quindi aiuto me stesso

a trovare una via d’uscita

Faccio questo per me e per te

perche’ non posso piu’ tenerti prigioniera a lungo

So che ti chiedi molte cose

e fatichi a capire

Ho appreso una cosa in questi ultimi mesi