dal blog Laboratorio di carta

La scrittura può essere considerata, tra le altre cose, una reazione alle emergenze tanto della storia quanto della cronaca individuale, uno spazio di azione quando il palco della realtà, insieme ai suoi attori, sembra incaricarsi di un allontanamento inspiegabile e subìto. Le emergenze diventano intollerabili e la lingua sviluppa una resistenza. Dall’attrito che si produce tra le intenzioni e il risultato scritto prende corpo, letteralmente, l’espressione