23.IX.1909

(…) Il risultato finale più importante della nostra conversazione è stata la consapevolezza che noi ci amavamo di nuovo teneramente. Il mio amico ha detto che dovevamo stare sempre in guardia per non innamorarci di nuovo; che eravamo sempre pericolosi l’uno per l’altra.
Mi ha confessato che finora nessuna donna sarebbe in grado di sostituirmi. È come se avesse una collana, di cui tutte le altre adoratrici fossero le perle e io il medaglione.
All’inizio era arrabbiato perché non gli avevo ancora mandato il mio lavoro e perché non avevo fiducia in lui, poi si è fatto sempre più tenero. Alla fine si è premuto più volte le mie mani sul cuore, dicendo che ora doveva cominciare una nuova era. Chissà che cosa voleva dire con questo? Ci rivedremo o non ci rivedremo? Io sono troppo orgogliosa per andare da lui e lui non può venire da me per motivi importanti. Come andrà a finire? (…).

foto: Andrew Gonzales-Heart

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]