Aveva una gamba che non ubbidiva più
una gamba malata, non lei, la gamba
sicché la sua anima era un maratoneta
la sua anima scorrazzava ovunque
questo era il suo dolore, che l’anima
era finita per zoppicare anche a furia
di trascinare il corpo come un peso morto.

foto: Federico-Erra-Cat’s eyes 3

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]