Tu sei questa improvvisa mossa dell’aria
che non si sa da dove viene
corre lungo le pareti e forse
spinta dai pennelli verdescuro degli alberi
da qualche mano bambina alla finestra
da un ridere argentino e perduto tra i tavoli
e ora viene a gonfiare i vestiti sottili
dell’uomo solo sulla piazza, la bici
posata al fianco, le braccia
che si alzano piano, a far andar via
la parte volatile della malinconia.

foto: Caroline Andrieu-The charm of imagination 2

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]