il mio occhio nella tua
mano, la tua lingua
sul mio orecchio:
così ci conosciamo,
toccandoci, perché
la pupilla è sgranata
per lo sforzo, le papille
come scartavetrate

se l’asse cede, se la
voce affonda,
c’è qui, nell’aria,
la parola – ramo
che ci tiene

foto: Hubert De Lartigue-Kiss me, Teddy

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]