Deh, s’io potessi vivere fin d’oggi,
domani e sempre, tra le sole braccia
dell’uomo amato, e s’egli mi dicesse
stringendomi al suo petto: “O amica cara,

amiamoci fra noi, ben soddisfatti
l’uno dell’altra, senza che più nulla
possa in vita dividerci”, se, al colmo
del possesso fra noi, mentre lo tengo

stretto al pari dell’edera e del fusto,
la morte invidiosa ci strappasse
l’uno all’altra, per sempre, allora, al colmo

dei nostri amplessi, esalerei lo spirito
mio sulle labbra sue, fino a morirne
d’una felicità che non ha nome.

foto: Amber Ortolano-Shadows 3

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]