Ci sono sui ponti ragazze
come nella poesia di Ungaretti
che “come portati via, si rimane”.
Collane di luci le vestono,
le cuciono ai riflessi del fiume.
Un vento che gela scende dal nord,
scompiglia rifiuti turistici
agli Champs Elysées, come fazzoletti
a una partenza. La Senna scivola
nera, nel buio – i battelli in sosta,
sui moli. Il mio aereo decolla tra ore
e ancora mi manca vedere dove morì
Lady Di.
Un quarto di luna – freddo, tagliente
come ghiaccio – risplende
sopra Roissy: sembra indicare
il momento per lasciare Parigi

(partire col buio,
per non rimpiangere).

foto: Rodrigo Marin-Rain, Paris, 2009

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]