Luca Bresciani ci propone oggi un lavoro sicuramente frutto di studio, di ricerca storica, artistica, umana, psicologica su di un personaggio del quale si è parlato molto e spesso senza cognizione di causa: Amedeo Modigliani. In buona sostanza Luca ha scritto una biografia di questo artista, ma la particolarità è che è riuscito a cogliere l’essenza di una vita senza minimamente perdersi in ammennicoli, fronzoli, aneddoti di cui normalmente un biografo fa largo uso. E come ha potuto sintetizzare al massimo una vita riuscendo tuttavia a raccontarla nella sua completezza? Con la poesia. E c’è di più, le poesie sono state raccolte in una sequenza temporale che copre gli anni dalla nascita alla morte di Modigliani, e sono riportate in una sequenza spaziale che ci conduce nelle diverse città dove l’artista ha vissuto. Ed infine, magnifica invenzione di Luca, le poesie sono tutte in prima persona. E’ Modigliani che ci parla, che si racconta, che si fa materia viva per chi leggendo il libro si pone al suo ascolto. E questa intuizione che ha dato vita a un prodotto originale non è l’unico pregio dell’opera, bisogna leggere attentamente i versi che compongono le poesie per trovarvi ancora di più la bellezza. Si leggono passaggi di un’intensità ammirevole, si ascoltano le parole fluire dal pensiero di Modigliani e si gode beatamente del momento in cui possiamo interloquire con un grande della storia. Potrei indicarvi alcuni tratti che hanno suscitato in me una profonda commozione, che mi hanno portato alla condivisione di momenti esaltanti o terribili che l’artista ha vissuto. Non lo farò, vi dirò solo che riuscire ad immedesimarsi e provare sensazioni quasi fisiche è veramente una grande esperienza, ma senza il giusto supporto non si riuscirebbe ad arrivare a tanto. E il supporto sono le parole che Luca Bresciani ha scritto. Onore quindi all’autore che ci ha donato una luce che ci fa sperare che non tutto sia perduto per la nostra cultura.

 

[product_attribute attribute=’autore’ filter=’Bresciani-Luca’]