gleize_c_hermance_triay_web-2-4cc08Di che cosa parla la poesia? Forse, insistere a porsi delle domande ingenue può avere una sua utilità. Forse, è proprio vero che la poesia parla e che, parlando, si pone le domande più ingenue. Forse, non sa quello che dice, non sa quello che dirà, quello che vuole dire e, non sapendolo, comincia ad agitarsi. Questo succede sin dal primo momento in cui inizia a dire (e questo inizio io lo intendo anche, per esempio, in termini storici). Il non sapere fa parte di questo suo inizio. Appena la poesia entra in campo, ecco che arrivano le domande: la domanda sul dire, sul “come dire”, la domanda sul “dire altrimenti”, sul complemento diretto, su quello indiretto, sul continuo rimbalzare ecc. Tutto questo è costitutivo della poesia. Questa tormenta è la poesia…. continua

Ulisse numero 18