Nato in Portogallo, da genitori portoghesi,
e padre di brasiliani in Brasile,
sarò forse nordamericano quando starò là.

Collezionerò nazionalità come camicie che si tolgono,
si usano e si buttano via, con tutto il rispetto
necessario a un indumento che si indossa e che ha prestato servizio.

Sono io stesso la mia patria. La patria
di cui scrivo è la lingua in cui per caso da generazioni
sono nato. E quella di ciò che faccio e di cui vivo è questa
rabbia che ho di poca umanità in questo mondo
anche se non credo in un altro, e solo un altro vorrei che
proprio questo fosse. Ma, se un giorno mi scorderò di tutto, spero di invecchiare
prendendo un caffè a Creta
con il Minotauro,
sotto lo sguardo di dei senza vergogna.

foto: Cima da Conegliano-Teseo uccide il Minotauro

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]