testo tratto da http://mag.corriereal.info/wordpress/

Gianfranca Gastaldi è una giovane autrice torinese di origini alessandrine. Insegna nella scuola primaria ed è docente per l’Università degli Studi di Torino in Psicologia dell’Educazione, affiancando da tempo agli studi accademici un personale percorso di riflessione letterario e artistico, che si esprime soprattutto attraverso il linguaggio poetico.

“Nuove more” è la sua prima raccolta di versi, edita da LietoColle nella collana “Solo Dieci”.
Il volume integra testi dal respiro intimistico ad altri caratterizzati da immagini interiori evocate da frammenti di vita quotidiana. Nella visione dell’autrice, la poesia costituisce “una sublime forma di resistenza a questo mondo” e “un modo, forse, per entrare in contatto con un altro mondo, quello interno a noi stessi”.

Nella raccolta completano i versi le fotografie dell’artista Arnaldo Pettazzoni tratte dalla sequenza in bianco e nero “Il tempo dello zucchero”, in un dialogo a due voci in grado di unire arte figurativa e poesia.

mi illudo di esserti
sopravvissuta, e di saperti
una memoria di futuro

le stelle hanno tradito
la promessa: “… in primavera,
quando starò meglio …”

le tue mani
le unghie assottigliate
la fede che scappa

le stelle hanno tradito
i tuoi occhi
nei miei

 

ebook disponibile al prezzo di 4,99 €

su amazonbookrepublic