6

Separo il cuore dal lago parlo coi dolori appiattiti
in questo avvenimento d’abbandono
parole spaventosamente allegre
colmano mancanze di figure assenti
altrettante figure presenti senza maschere
rido di ombre,
lascio un eco quando il tempo simile
e distante al somigliante avversario
sulla carta d’imballaggio
di lontananze una specie di preghiera
sulla corda vele nere nella presa del cielo
fra parentesi poi scarto
questa presa che non cede gelo
incendio neve
ho sulla lingua questo stato di ghiacciobollente
scrivo per compiacere l’inutilità di averti deserto
in questa pagina bianca
acquattarmi di attese
per annullare distanza corpo
documentato sul camminare
lontano aguzza mappe di velocità ridicola

 

Nato a Camogli il 4 dicembre del 1949. Ha frequentato a Genova la Scuola di Teatro sperimentale nel 1970. Nel 1971 ha collaborato con il Living Teather. Ha collaborato col Teatro laboratorio di Jerzy Grotowsky tra il 1982 e il 1983. Ha pubblicato le raccolte La bocca capovolta e Limoni e cachi con prefazione di Giancarlo Majorino.

 

 

Quadernario-2016-copertina-piatta-199x280

clicca qui per accedere al catalogo online