(…) Questa minuta accozzaglia di pensieri che si affollano, nubi su un precipizio, rettili in preda all’ozio, esiti di scatenamento, intraducibili si sottraggono alla scrittura che vuole mistificarli, renderli opera, illusione degli autori, essere artefici e non semplicemente e più modestamente veicoli di un’altra voce che dice: libera il tuo caos! (…).

foto: Ben Goossens-Very highness returns back home

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]