Nell’occidente,
sotto cieli azzurri
crescono i meli.
Affondano
le ginocchia nell’erba
vacillando sotto il peso dei frutti.
Tonda è la mela come tondo è il mondo, rossa
come sangue del cuore, grossa
come due pugni uniti. Questa,
la prima al mondo fra le mele
bagnata, ancora
della prima rugiada.
Fu il serpente a fare la prima mela,
deposto che ebbe l’uovo rosso, disse:
“Mangiami”.

foto: Guido Caruso-Il babau

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]