(…) Una volta in un aereo di linea capitai di posto accanto a un giovane prete che volava per la prima volta. Era entusiasta e ciarliero. Mi disse che volando l’uomo realizza inconsciamente la sua più grande aspirazione spirituale, quella di essere assunto in cielo.
Gli feci osservare che le assunzioni possono essere di prima classe, o turistica (…).

foto: Aivars Krastins-Departure

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]