Venerdì 3 febbraio il Tempio di Adriano in Piazza di Pietra a Roma ospiterà l’undicesima edizione del tradizionale appuntamento con la poesia promosso dalla Fondazione Terzo Pilastro. Ko Un, presente e ospite d’onore è considerato nel mondo tra le figure più rappresentative della poesia e artista fortemente impegnato nella lotta per i diritti umani. Ko Un, nato nel 1933 nella Corea del Sud durante la dominazione giapponese, è il più importante poeta di lingua coreana. Figlio di contadini, assiste agli orrori della seconda guerra mondiale e alla guerra tra le due Coree. A diciannove anni diventa monaco buddista, dopo 10 anni abbandona il monastero e tenta più volte di togliersi la vita. Attivista per i diritti umani negli anni 70, viene arrestato, incarcerato e torturato. È stato tra i finalisti del Nobel per la Letteratura. Tra le opere tradotte in Italia  l’importante L’isola che canta (2009) edita da LietoColle.

Per onorare la presenza in Italia del grande poeta coreano LietoColle ripropone L’isola che canta in una nuova veste grafica.

clicca qui per accedere al catalogo