Scrivevo un tempo solo mossa dal dolore;
non più: hai rovesciato la mia vita.
Di tanto dolore che mi hai dato
se mi ricordo, non importa,
canto solo la gioia e questa
segna da tempo il tempo.
Una gioia segnatempo,
come la lancetta di un orologio
fuori controllo, definitivo,
segna i battiti del mio cuore
e del tuo.
Sapessi come era caldo.
Saldo sotto quel petto amato,
quel battito di uccello,
quel battito di ali
che ventilavano il sangue,
mentre lo slancio mi toccava,
mi invadeva, e imitavo il tuo cuore
per amore.

Foto: Philomena Famulok-Night noise

Archivio