Ho imparato il termine infame
e il valore del digiuno
ho tramutato il sudore in fiore
e il fumo in benzina,
ho scavato la mia carne
come fosse una vela
e ho gettato sabbia sopra il pianto
ho creduto nella pena, nel silenzio,
nella domanda liscia della fame.