Se venisse qualcuno
di lontano
e parlasse una lingua
che maschera i suoni
con il nitrito della giumenta
o con il pigolio dei giovani merli
oppure come una stridula sega
che lacera ogni vicinanza-
se venisse qualcuno
di lontano
con movimenti di un cane
o forse di un topo
e fosse inverno
dagli vestiti caldi
può darsi anche
che abbia il fuoco sotto i piedi
(forse ha cavalcato
una meteora)
non lo sgridare
se il tuo tappeto bucato si lamenta –
uno straniero porta sempre
la sua patria fra le braccia come un’orfana
per la quale forse
cerca solo una tomba.

(Nelly Sachs, traduzione di Ida Porena)