Davide Zizza (1976) è nato a Crotone, dove vive e opera. Dopo la plaquette Mediterraneo (2000), ha pubblicato la raccolta di poesie Dipinti & Introspettive (Rupe Mutevole, 2012). Un suo breve saggio, La lettura e la scrittura come etiche dell’ascolto, è presente nel volume collettaneo Ascolto per scrivere (Fara Editore, 2014). Ha pubblicato in Grecia alcuni articoli dedicati a Salvatore Quasimodo, Jules Laforgue e Robert Lowell. La sua seconda raccolta di versi, Ruah (Edizioni Ensemble) è del 2016.

 

Cartolina di Mallarmé

 

la domenica

un acquerello dall’azzurro perfetto –

la pioggia, stanotte, una preghiera

su tetti e lampioni:

la città odora di seppia

 

rifrazioni di luce sui lastricati

mentre il giorno accoglie la fiera

 

(carte geografiche, lampadari,

porcellane, libri di Camus,

ferri da stiro arrugginiti,

le riviste di Skorpio, videocassette di Ben Hur

di fianco a film proibiti e, nascosta,

una Olivetti, forse dai tempi di Fortini)

 

l’occhio si rinfresca

la mente si abbandona ai rumori:

il nitore dell’immagine si conserva

sull’ultimo rintocco del campanile

 

Il quadernario è acquistabile al prezzo di euro 20,00 scrivendo all’indirizzo ordini@lietocolle.it o telefonando al numero 031/4479280