Nata a Torre di Ruggiero (Cz) Elena Bartone vive e lavora in provincia di Cuneo.

E’ laureata in Giurisprudenza e in Lettere Moderne con una tesi sull’opera di Cesare Pavese.

Ha sempre amato la letteratura, in particolare quella italiana e francese. Le sue letture in versi abbracciano poeti di varie nazionalità, ma il suo sguardo fisso è alla letteratura italiana del novecento e a quella francese dell’ottocento. Suoi poeti preferiti sono stati Baudelaire, Verlaine, Rimbaud, Leopardi, Montale, Caldarelli, Pavese. Il male di vivere, lo spleen, l’ideale, il mistero, il desiderio d’infinito, il senso di appartenenza alle proprie radici, la solitudine, la nostalgia del ricordo, sono tutti temi che compaiono nella poesia di Elena in quanto vita vissuta e in quanto temi che risalgono alla sua formazione letteraria novecentesca.

Le ciglia dei pensieri

 

Di notte spio le ciglia dei pensieri,

se trascuro il sonno

e mi abbandono al mondo

coi suoi passi, impeti, slanci di divino.

La girandola della vita cambia

sempre volto

nell’incedere delle tenebre,

tra la pioggia che accarezza l’asfalto

e le ore sibilline.

Chissà perché a quest’ora

i ricami della mente sfiorano

i giorni andati

tra malinconiche atmosfere,

eclissi lunari, euforiche grida nel vento.

Mi piace tradire il sonno,

correre con la notte

verso città lontane

dove il senso delle cose bisbiglia

tra gli usci delle case, un tram vagabondo,

una rincorsa di gatti innamorati.

Così tutto appare armonia bluastra

tinteggiata di stelle,

con l’anima sospesa tra la corsa

e il ritorno alla pace notturna.

 

Il quadernario è acquistabile al prezzo di euro 20,00 scrivendo all’indirizzo ordini@lietocolle.it o telefonando al numero 031/4479280