Caliamo la serranda, il sipario
d’ogni giorno sul giorno
che se ne va e sulla sedia posiamo
le vesti di scena e via, incontro
al sonno o all’insonnia, alla solita
insania notturna che salda notte
a notte: se le giornate hanno il soffio
fermo dell’eternità, le notti il piombo
della morte.

Poesia tratta da “Compassioni della mente” (Firenze, Passigli, 2011)

foto: Victoria Ivanova-The theory of evolution

Archivio