iPoet 2018 – febbraio – vince Maria Teresa Rosi D’Antea

Home/In evidenza, iPoet, Ipoeti/iPoet 2018 – febbraio – vince Maria Teresa Rosi D’Antea

iPoet 2018 – febbraio – vince Maria Teresa Rosi D’Antea

Corinna

Il tuo nome era da romanzo
ma fu tramandato
a ricordo d’un mucchio di cenci
su una donna secca come un ramo
circondata da aloni azotati.
Nessuno l’ha più dato a una figlia.
Bevevi molto, Corinna.
Nel vino affogasti la vita.
Appena muovesti i primi passi
della tua giovinezza, ti andò subito male
e ti trovasti madre d’un bambino
senza nemmeno un cane al fianco.
E se tuo fratello, buon fabbro,
piccolo e goffo, non bello,
chiamato da tutti Piombetto,
volle darti per affetto una mano,
non ce la facesti a sfangarla
e tirasti giù pure lui
che, preso ad alzare il bicchiere,
abbandonò la fiamma ossidrica
per un più povero e incerto mestiere,
prima facchino, poi ciabattino.
Come uno tsunami il vino
si portò via tutto: lavoro, casa, pane.
Vi riparaste in una baracca
grande quanto un pollaio,
in fondo alla piana del Campone,
dove i venti arruffano e ammucchiano
tutto quel che è leggero.
A sera lasciavate il paese,
nei vostri panni induriti dal piscio,
sonanti come nacchere spagnole,
seminando gocce sulla polvere
quasi a disegnare un binario
dove, per un ghiribizzo del caso,
poter fuggire lontano, lontano …
Se pioveva, sotto un unico ombrello
con quasi tutte le stecche rotte.
Andavate traballanti
pensando al fuoco di carta
acceso dentro una secchia.
Calore temporaneo
d’un po’di fiato umano
mai conosciuto nei vostri anni di stagno
venuti prima dei nostri di piombo.

nasce a Monte Argentario (GR). Trasferitasi a Roma, insegna per 40 anni italiano e storia negli istituti di istruzione secondaria superiore. Le sue prime poesie escono sul mensile femminista EFFE e vengono lette durante le manifestazioni al teatro “La Maddalena” di Roma.

Nel 1994 vince con un racconto un concorso della casa editrice Minimum Fax.

Nel 2015 vince un premio della FIDAPA con un articolo sul femminicidio.

Nel 2016 vince il concorso “Poeti del nuovo millennio”, della casa editrice Aletti, con la raccolta di poesie d’amore “La dimensione essenziale”.

Nel 2017 è selezionata dalla casa editrice Aletti per la pubblicazione della silloge poetica “Galleria femminile”. Nello stesso anno una sua poesia in dialetto argentariano “Pilombo e Lilly” è segnalata in un concorso dell’associazione culturale “Il litorale” di Massa e ritenuta meritevole di pubblicazione.

Nel dicembre 2017 una sua poesia, “Essere amorevoli”, è inclusa nell’Agenda poetica 2018 della casa editrice Lieto Colle.

Nel gennaio 2018 è tra i vincitori della XIX edizione del concorso nazionale “Habere Artem”.

E’ in uscita con Aletti  la sua quarta silloge poetica, “Farfalle”, nella collana “Le perle”.

Pubblicazioni:

2004: “Uno spillo nella carne”, un saggio sul poeta Giorgio Fontanelli ( Lucarini )

2010: “Vista su Montecristo”, romanzo ( Aletti )

2014: “Solo per gradire”, saga familiare autobiografica ( Moroni )

Collabora a Toscana Oggi, alla rivista culturale “L’Argentariana”, alla rivista nazionale “Cursillos di Cristianità” e al settimanale online “Il dialogo” per la delegittimazione della guerra e delle fabbriche di armi.

5 marzo 2018|