Al termine del viaggio la sua ultima parola fu un nome
che tolse a tutti il bisogno di dire altro.
Il dado lanciato dava una faccia non sua
ma era un errore
essendo l’amore, come la morte,
esatto non giusto
e noi distratti dall’umano pianto
che insegnava il senso di una fine
ogni volta che pazienza era aspettare
ogni volta
anche quest’ultima, che non c’è da aspettare più
– pazienza.

(Inedito)

Chiara Alessandra Piscitelli (30 luglio 1992) è nata a Caserta. È laureata in Giurisprudenza e vive a Milano. Nel 2015 è tra i poeti segnalati del Premio Rimini. Nel 2016 viene inclusa nell’agenda poetica Il segreto delle fragole edita da LietoColle. Un bene palindromo è la sua prima raccolta di poesie, edita nel 2017 da LietoColle e finalista al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Europa in Versi 2017 – Sezione Giovani.